la bella vita bucolica

Archiviata la scuola dell’infanzia, restiamo in attesa delle vacanze estive. Io e il papà a lavoro, Emma e Luca dai nonni campagnoli. Finora siamo riusciti ad evitare i campi estivi grazie al doppio congedo parentale e soprattutto grazie ai nonni. In genere il mese di luglio ci trasferiamo fuori città, da mia madre. Per noi è dura perchè per arrivare in orario in ufficio e non incontrare traffico usciamo alle 6:30, ma per loro è uno spasso. Vita in campagna, animali, piscina, cibo sano, aria buona e frutta fresca sempre a disposizione, infatti basta andare sotto all’albero “distributore” e allungare la mano.

E poi le innumerevoli e impagabili scoperte...

Continua a leggere

Cara maestra…il triste epilogo

Ci avevo quasi creduto quando il mio telefono ha squillato e la tua voce mi ha chiesto se potevamo parlare. “Ma certo maestra mi dica…”.

Ti sei scusata per aver parlato in quei termini, mi hai detto che volevi vedere i bambini, che ti avrebbe fatto piacere offrirgli un gelato. Che desideravi accettare i loro regali e che anche le altre maestre lo desideravano.

E così ci accordiamo per vederci il giorno successivo, all’uscita. Chiamo le altre mamme che incredule accettano l’invito e alle 16 puntuali siamo tutte davanti alla scuola con i regali ed i bambini.

Sarà stato un caso, ma di quattro maestre ce n’era solo una che dopo aver preso il suo regalo e quello delle colleghe, lo ha riposto, senza neanche aprirlo e dare un minimo di soddisfazione ai suoi alunni che li davanti bramavano un...

Continua a leggere

Cara maestra ti odio

Cara maestra ti odio. A differenza dei miei figli che invece ti amano e ai quali piace passare il loro tempo con te.
Ti odio perché oggi, rifiutando il regalo che ti hanno fatto con tutto l’amore di cui sono capaci, hanno pianto convinti che non ti sia piaciuto. Ho dovuto consolare una bambina di 5 anni mezzo perché la sua maestra, che ne vanta 40 di esperienza, non ci ha pensato due volte a ferirla.

Sentirmi rinfacciare poi di aver pulito i loro sederi per 3 anni mi ha davvero disgustato. Non mi sarei aspettata di trovarmi difronte ad un livello così basso di conversazione.
Ma alla fine, la tua vera natura viene fuori così com’è.
E mi dispiace non averlo capito prima e aver spinto i miei figli ad amarti.

Avevo immaginato l’ultimo giorno di scuola come un giorno di festa in cui sa...

Continua a leggere

Il regalo per le maestre

disegni

Questo sarà per E & L l’ultimo anno di materna. A settembre si andrà alla scuola dei grandi, le elementari. La scuola dove impareranno a leggere e scrivere e ad essere autonomi.

I miei bambini alla materna sono stati separati e ora sono in 2 classi diverse. 2 classi eterogenee e quest’anno saranno in pochi ad uscire per le elementari. 4 bambini i classe di Luca e 7 in classe di Emma.

Non mi andava di partecipare economicamente al regalo con gli altri bambini perché volevo fare qualcosa di diverso. Qualcosa che alle maestre avrebbe ricordato per sempre i bambini uscenti. Ho pensato alla gioia che provavo quando i bambini tornavano a casa con dei lavoretti per me e così ho pensato di fare qualcosa di speciale per loro utilizzando la creatività innata dei bambini...

Continua a leggere

Le fate a metà e il segreto di Arla di Benedetta Parodi

libri

Al rientro dal mio secondo #mammacheblog ho riportato ai ragazzi un sacco di regalini, uno dei più apprezzati è stato il primo libro di favole, di una serie di 3, scritto da Benedetta Parodi.

Il libro è “Le fate a metà e il segreto di Arla” e, visto che c’ero, ho chiesto alla dolcissima Benedetta di scrivere una dedica a Emma e Luca.

molto_bene

L’ho già scritto che i miei ragazzi amano le letture, ma soprattutto le trasmissioni di cucina. Noi ci vediamo sul tubo tutte le trasmissioni di Masterchef, adoravamo la trasmissione di Alessandro Borghese e ora ci vediamo quella della Parodi: “Molto Bene”.

Pochi giorni dopo aver portato ai ragazzi il libro, mentre eravamo davanti alla tv e guardavamo Benedetta, Luca si volta e mi dice: “Mamma, ma se la conosciamo, perchè non ci saluta?”

Mamma: “Perc...

Continua a leggere

Pasqua itinerante tra Puglia, Basilicata e Campania. 2a parte

viaggi

Dopo la gita nella bellissima Puglia raccontata qui, abbiamo proseguito il nostro viaggio andando a visitare la città di Matera. Sono anni che Claudio mi chiede di andare a visitare Matera, la città dei Sassi, e finalmente lo ho accontentato.

pasqua_matera4

Per capire meglio Matera devi necessariamente conoscere un po’ di storia, noi ce la siamo fatta raccontare dalle persone che abbiamo incontrato e che ci hanno accompagnato a visitare la città.

Da vergogna d’Italia a Patrimonio dell’Unesco
http://www.infosassidimatera.com/sassi-di-matera/

I Sassi sono nuclei abitativi (forse i più antichi del mondo giunti fino a noi), scavati e costruiti a ridosso di una profonda gola che divide la città in due rioni (il Sasso Baresano e il Sasso Caveoso) separati tra loro dallo sperone roccioso della Civita...

Continua a leggere

Pasqua itinerante tra Puglia, Basilicata e Campania. 1a parte

viaggi

Per Pasqua ho pianificato questo viaggio con un po’ di anticipo e sono stata estremamente felice di averlo fatto con la mia famiglia, coinvolgendo anche mio padre e la sua famiglia.
Una settimana intera a zonzo per il sud Italia: Puglia, Basilicata e Campania.
Tutto si è svolto proprio come lo avevo immaginato. Forse, se non ci fosse stato mio padre avrei noleggiato un camper, ma sarà per la prossima volta.

La sera prima di partire faccio la valigia multistagione, perché siamo incerti sul tempo e sabato 19 partiamo per Bari, dove arriviamo per l’ora di pranzo.

Scopro che Bari è una città molto carina, visitiamo il Castello Svevo, la Basilica di San Nicola, mangiamo un buon gelato con la brioches da Gentile (difronte all’ingresso del Castello), passeggiamo sul lungomare, ci vediamo u...

Continua a leggere

Pasqua: 10 idee da realizzare con i bambini

pasqua_header

Girando per la rete ho trovato qualche idea carina da realizzare con i bambini a casa per la Pasqua…ed io non vedo l’ora. Non vedo l’ora anche di fare il nostro albero di Pasqua.

Spero troviate qualche cosa di realizzabile anche voi.

1. Colori a cera e uova sode
Questa è davvero un’idea carina e semplice da realizzare con i bambini.

pasqua1

2. Uova di das decorate da appendere
Per il nostro albero di Pasqua.

pasqua2

3. Uova di carta colorate
Cartoncino colorato, forbici, spillatrice e nastro. Ecco casa vi occorre per queste uova.

pasqua3

4. Cinquanta sfumature di uova
Sono un po’ meno a dir il vero ;-) ma comunque molto carine

pasqua4

5. Orecchie da coniglio
Per decorare la testa dei nostri coniglietti

pasqua5

6. Carota di carta porta caramelle

pasqua6

7. Minion porta uovo e Minion uova
Questi sono i miei preferiti

Minion-Egg-Holder-Easter-Minions-to-hold-your-Easter-Eggs.-Kids-Craft-Quick-and-Easy-Minions-Minion-Easter-EggHolder-KidCrafts-1 Minions-Eggs-How-to-make-Minions-Easter-Eggs-Minions-Eggs-Easter

8. Disegn...

Continua a leggere

La grande mostra al Vittoriano: Musée d’Orsay. Capolavori

roma

Con estremo ritardo, ma voglio raccontarvi la nostra esperienza al Complesso del Vittoriano che presenta la grande mostra “Musée d’Orsay. Capolavori”.
I bimbi hanno partecipato ad un laboratorio d’arte, sponsorizzato da Lottomatica, ed i grandi si sono goduti una bellissima visita guidata. Tutto aggratise!

L’esposizione porta per la prima volta a Roma straordinarie opere realizzate tra il 1848 e il 1914 dai grandi maestri francesi, Gauguin, Monet, Degas, Sisley, Pissarro, Van Gogh, Manet, Corot, Seurat e molti altri. La mostra sarà a Roma fino all’8 giugno 2014, affrettatevi. (Fonte: www.romeguide.it )

vittoriano_03

All’inizio della mostra, delle simpatiche proiezioni, ci fanno vedere come una ex stazione ferroviaria nel cuore di Parigi sia divenuta uno dei musei più importanti al mondo...

Continua a leggere

Il sentiero segreto di Pinin Carpi

libri

Questa storia è piaciuta molto ad Emma, un po’ meno a Luca che, ad un certo punto si è quasi addormentato, ma in effetti era molto tardi e il libro piuttosto lungo.

il_sentiero_segreto_carpi

E’ un racconto un po’ particolare che ha come protagonisti: Arianna e Michele, 2 giovani innamorati, la loro unca figlia Stella e la sua amica Alìa.

Per apprezzare al meglio questa storia, bisogna soffermarsi a lungo sulle grandissime illustrazioni che sono al centro del libro. Degli acquerelli che l’autore ha dipinto con grande maestria e che sono pieni di microscopici dettagli e personaggi curiosi.

il_sentiero_segreto_carpi1

Stella è cresciuta con 2 genitori, passatemi il termine, “hippy” nella più totale libertà e un giorno, grazie alla sua amica Alìa, che poi si scoprirà essere una fata (in effetti ha i capelli celesti e sembra un richiamo...

Continua a leggere

Lao Lao una fiaba cinese, di Margaret Bateson-Hill

libri

Questa settimana abbiamo finalmente fatto la tessera per la Biblioteca Pier Paolo Pasolini che si trova a 2 passi casa nostra e abbiamo fatto incetta di libri.
Alcuni li ho scelti io e altri li hanno scelti loro. Tra questi ce n’è uno molto bello che abbiamo letto ieri sera e che ci è piaciuto moltissimo.

Età consigliata: 4 anni

LaoLao-1

E’ la storia di Lao Lao, una vecchietta cinese che abitava nella campagna in un piccolo villaggio nel regno del Drago di Ghiaccio. Lao Lao era sempre circondata da tutti i bambini del suo villaggio, e di quelli dei villaggi vicini, perchè aveva una grandissima abilità: ripiegando un foglio di carta e ritagliandolo con le forbici, riusciva a creare delle forme bellissime che regalava a tutti quelli che le facevano visita.

Piega, taglia, piega e gira
apri e gu...

Continua a leggere

Il mostro che amava le storie, di Sabine De Greef

libri

Oggi vi parlo di un altro bellissimo libro che abbiamo comprato qualche tempo fa nella nostra libreria preferita, IL POSTO DELLE FAVOLE.

Si chiama Osvaldo, ed è “il mostro che amava le storie”.

il_mostro_1

Questa è la storia di un regno, di un re e della sua figlia adorata. E’ anche la storia di Osvaldo, il mostro spaventoso.
“Il primo che lo catturerà, mia figlia sposerà” annuncia il re.
E così si fa avanti in piccolo Valentino che, nonostante il suo aspetto mingherlino, in fatto di mostri la sa molto lunga.
E inizia a raccontare di come, con astuzia, sia riuscito a uccidere tanti mostri: quello goloso, rimpinzandolo senza pietà; quello brutto, mettendogli uno specchio davanti; quello che soffre il solletico, facendolo morire dal ridere…
Miracolo, il temuto mostro, grazie alle meraviglio...

Continua a leggere